CORSA DELLA BONIFICA 2023
Ettari

256.733
ettari

superficie del comprensorio

kilometri

4.191
chilometri

estensione dei canali

impianti di scolo

78
impianti

impianti di scolo

impianti di irrigazione

88
impianti

impianti di irrigazione

portata metri cubi al secondo

780
metri cubi al secondo

portata totale impianti

potenza installata

47.780
kiloWATT

potenza installata complessiva

previous arrow
next arrow

Se ne parlerà il 29 giugno, in un convegno organizzato da Legambiente nazionale, con il supporto del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, nell’ambito del progetto LIFE PERDIX che sta reintroducendo la Starna Italina nella Valle del Mezzano

Si svolgerà a Ferrara, mercoledì 29 giugno dalle ore 10.00 alle ore 12.00 il convegno dal titolo “Mezzano: agricoltura green, pilastro per la ripresa dei territori”, quinto incontro del Forum di Comunità del progetto LIFE PERDIX (www.lifeperdix.eu) che ha l’obiettivo di reintrodurre nella ZPS Valle del Mezzano la Starna italica (Perdix perdix italica), sino a poco tempo fa considerata estinta.

Il convegno sarà moderato da Antonino Morabito di Legambiente Nazionale che nel fare da collegamento tra gli interventi dei relatori in programma farà anche il punto sullo stato di avanzamento delle attività del progetto LIFE PERDIX e sulle prossime azioni da esso previste, sia in relazione alla reintroduzione della Starna Italica, sia relativamente alle azioni di sistema che si stanno costruendo per far sì che, anche al termine del progetto, vi siano le condizioni affinché questa specie continui ad essere presente e florida nel Delta del Po e non solo.

Stefano Calderoni – Presidente del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara e Elena Cavalieri – funzionaria del Parco Regionale del Delta del Po dell’Emilia Romagna – presenteranno il contesto generale in cui si inserisce la ZPS Valle del Mezzano, e quali siano i progetti in corso ed in programmazione per accompagnare il “basso ferrarese” verso una concreta transizione ecologica.

Si entrerà più nel merito del tema del convegno parlando di agricoltura biologica e bio-distretti, cercando di capire se possano essere prospettive concrete e positive anche per l’agricoltura della Valle del Mezzano. Antonio Lo Fiego, Presidente AIAB Emilia-Romagna porterà la visione complessiva della rete dei biodistretti italiani, una realtà in forte crescita; mentre l’imprenditore Lucio Cavazzoni, per lungo tempo amministratore delegato e presidente di Alce Nero, porterà il punto di vista delle imprese che stanno credendo nel biologico nel vicino Appennino bolognese.

Con l’appuntamento del 29 giugno si intende anche approfondire le opportunità che, in ambito internazionale e nazionale, si aprono per i territori agricoli che intendono qualificarsi in termini di sostenibilità. In tal senso Lucia Culicchi – dell’ufficio Agricoltura di Legambiente Nazionale - illustrerà come l’agroecologia avrà - e già ha - un ruolo centrale nella erogazione dei finanziamenti connessi alla nuova PAC e alla strategia “Farm to Fork” (la nostra filiera corta), uno dei pilastri del Green Deal Europeo.

In fine Livia Bellisari – project manager del progetto LIFE PERDIX – presenterà il processo partecipativo in partenza nel prossimo autunno/inverno, con cui si intende coinvolgere gli agricoltori del Delta del Po ed in particolare della Valle del Mezzano, nella definizione di un codice di auto condotta volontario, la cui attuazione negli anni a venire consentirà alla popolazione della Starna Italica di proseguire nel suo percorso di  crescita, anche al termine del progetto LIFE PERDIX prevista nel 2024.

Il Convegno si terrà Mercoledì 29 giugno, dalle 10 alle 12.00, presso la Sala del Consiglio a Palazzo Naselli, sede del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara in via Borgo dei Leoni 28 a Ferrara. Il Consorzio di Bonifica ospita tale evento anche in virtù di un accordo di collaborazione sottoscritto con i partner del progetto LIFE PERDIX finalizzato proprio a sostenere diverse attività di progetto tra cui lo sviluppo della multifunzionalità e delle potenzialità naturali e di qualità del territorio del Mezzano.

 

La partecipazione è libera, ma è gradita la registrazione per motivi organizzativi al seguente link:  https://forms.gle/ucaBsqhW7mUvGe7u5

Nel modulo d'iscrizione è presente anche un breve questionario attraverso il quale potranno essere formulate domande o forniti spunti da sottoporre ai relatori nel corso dell’iniziativa.

 

Scarica il proramma qui (.pdf)