Naselli Crispi

porte aperte
Palazzo Naselli-Crispi

Ettari

256.733
ettari

superficie del comprensorio

kilometri

4.191
chilometri

estensione dei canali

impianti di scolo

78
impianti

impianti di scolo

impianti di irrigazione

88
impianti

impianti di irrigazione

portata metri cubi al secondo

780
metri cubi al secondo

portata totale impianti

potenza installata

47.780
kiloWATT

potenza installata complessiva

images/Corsa_bonifica_Copertina_WEB1.png
previous arrow
next arrow

Al via interventi per oltre 50 milioni di euro sui canali San Nicolò-Medelana e Mantello e per il rifacimento del sistema irriguo di Valle Pega

Il PNRR è decisamente partito con il piede giusto per il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara. In linea con i tempi previsti sono state infatti aggiudicate tutte e le gare pubbliche relative ai tre contributi concessi dai bandi ministeriali PNRR, in totale 51,7 milioni di euro, tra cui 24 milioni per il canale San Nicolò Medelana, 2,7 milioni per la canaletta Mantello e 25 milioni per la realizzazione del nuovo sistema di distribuzione irrigua a Valle Pega.

“Uno sforzo straordinario” sottolinea il Direttore Generale dell’ente Mauro Monti “Voglio ringraziare tutta la struttura, in particolare il Settore Appalti e il Settore Progettazione, perché questi mesi sono stati caratterizzati da un autentico tour de force. Aver “risparmiato” tempo sulle procedure di gara, grazie all’efficienza dimostrata, ci permette di iniziare i complessi lavori che ci attendono avendo a disposizione una tempistica utile al completamento degli stessi secondo le stringenti regole del PNRR. Oltretutto, gli stessi uffici stanno nel frattempo portando aventi procedure più “ordinarie” per assegnare lavori che hanno ottenuto altri finanziamenti, ad esempio da fondi regionali: tra giugno e luglio di quest’anno parliamo di gare aggiudicate per un totale di quasi 55 milioni di euro”.

Relativamente al PNRR, il primo intervento aggiudicato definitivamente è quello del recupero dell’officiosità idraulica e rifacimento del rivestimento della Canaletta Mantello 1, nel Comune di Ostellato. Il contributo è stato assegnato dal Ministero dell’Agricoltura (Mipaaf) nell’ambito degli “investimenti nella resilienza dell’agrosistema irriguo per una migliore gestione delle risorse idriche”. L’impresa a ottenere l’appalto attraverso procedura negoziata è stata l’udinese COIS SRL per un importo lavori di €1.917.429,11 oltre IVA.

Canale San Nicolò Medelana

Il secondo intervento aggiudicato definitivamente è stato il ripristino delle condizioni di stabilità arginale del Canale San Nicolò – Medelana, I stralcio. Un lavoro dalla doppia valenza: irrigua e di sicurezza idraulica, perché il canale è un’importante opera di difesa idraulica e di derivazione irrigua inserita nel territorio ferrarese nel sistema Po di Volano-Navigabile. Si tratta delle risorse PNRR gestite dal MIMS, Ministero delle infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili, che finanziano interventi per le infrastrutture idriche primarie per la sicurezza dell’approvvigionamento idrico. Ad aggiudicarsi la procedura aperta è stato un Raggruppamento Temporaneo d’Imprese tra Consorzio Stabile Modenese SCPA (mandataria), Società Cooperativa Braccianti Riminese (mandante) e l’impresa esecutrice Frantoio Fondovalle SRL, per un importo contrattuale di €14.023.368,78 oltre IVA.

Valle Pega nuovo sistema irriguo

Nell’ambito dei fondi PNRR del Mipaaf, è stata invece formulata da parte della Commissione di Gara la proposta di aggiudicazione definitiva dell’appalto per il recupero, adeguamento e miglioramento funzionale del sistema irriguo di Valle Pega alla RTI tra Costruzioni Generali SRL ed EUR Costruzioni SRL per un importo di €11.838.022,73 oltre IVA. L’intervento prevede il ripristino delle canalette di adduzione, l’adeguamento degli impianti di sollevamento, la rimozione delle attuali condotte in pressione in cemento amianto e la sostituzione con nuove condotte nell’ottica di una razionalizzazione della rete.

“Partono così tre interventi che contribuiranno a rendere più efficienti e sicuri i nostri sistemi di distribuzione, permettendo il risparmio di acqua e un miglioramento sensibile della sicurezza idraulica di un territorio vasto proprio alle porte della città di Ferrara” sottolinea Monti “il sistema delle Bonifiche, a Ferrara come in gran parte dell’Italia, sta rispondendo egregiamente alla sfida del PNRR: stiamo facendo la nostra parte affinché ogni risorsa stanziata arrivi a rispondere ai bisogni dei territori. Siamo fiduciosi che anche grazie a queste prove di efficienza possano arrivare ulteriori risorse per continuare a migliorare il sistema infrastrutturale”.