Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Possono invece essere utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza di eventuali plugin di siti esterni.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookie. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

RIMBORSI QUOTE VERSATE NON DOVUTE O ECCEDENTI

In caso di pagamento in misura eccedente per errore del consorziato (ad esempio: doppio pagamento) le somme versate in eccedenza non vengono riversate al Consorzio, bensì restano al Concessionario per la riscossione e pertanto la richiesta di rimborso deve essere inviata a SORIT spa.
Per chiederne il rimborso il consorziato deve inviare a SORIT spa (all'indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure a mezzo fax al n. 0544 422190):
- documentazione del pagamento in eccesso (copia bollettini, bonifici, ricevute...);
- copia documento di identità;
- indicazione della modalità di rimborso scelta, in caso di bonifico su C/C (indicare IBAN, e titolare del conto corrente) la procedura è rapida (poche settimane) e viene trattenuta la somma di 50 centesimi di euro a titolo di spese per operazioni bancarie; in caso di rimborso a mezzo assegno i tempi sono più lunghi e la somma trattenuta è di euro 4,20 (pari al costo dell'assegno e della raccomandata per la spedizione).

In caso invece di eccedenza causata da errori nel calcolo del contributo o per avvenuta diminuzione dell’imponibile (variazione catastale, vendita, ecc) è sufficiente inviare semplice richiesta scritta al Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara con l’indicazione della modalità di rimborso scelta (bonifico oppure assegno). In caso di bonifico su C/C indicare IBAN, titolare del conto corrente e recapito telefonico. Le operazioni di rimborso verranno deliberate e saranno operative con cadenza semestrale (orientativamente nei periodi di febbraio e luglio).