Il presente sito web utilizza cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione presti il tuo consenso all'uso dei cookie utilizzati dal sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

MODALITA' DI RISCOSSIONE DEI CONTRIBUTI

Per la riscossione dei contributi consortili, il Consorzio di bonifica incarica il concessionario della riscossione di emettere e spedire agli oltre 150.000 consorziati, nel mese di aprile di ogni anno, gli avvisi di pagamento.

La richiesta contenuta negli avvisi di pagamento si riferisce a ONERI CONSORTILI che possono essere

 

contributi di bonifica ordinari e/o contributi irrigui speciali, dovuti al Consorzio a norma di legge per la manutenzione e gestione delle opere e degli impianti di bonifica, necessari per garantire la sicurezza idraulica del territorio e la salvaguardia dell’ambiente e, per i terreni agricoli, anche per l’irrigazione.

 


A partire dall’anno 2012 i contributi del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara vengono riscossi dal Concessionario della Riscossione SORIT S.p.A. 
Gli avvisi di pagamento contengono una o più pagine di informazioni aggiuntive, che consentono la rapida individuazione, attraverso gli identificativi catastali, dei beni per i quali è richiesto il pagamento dei contributi consortili.
Gli importi fino a 50 euro vengono riscossi con un’unica rata con scadenza 30 aprile, mentre gli importi superiori a tale soglia sono suddivisi in tre rate, con scadenze, rispettivamente, il 30 aprile, il 31 luglio e il 31 ottobre.