Il presente sito web utilizza cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione presti il tuo consenso all'uso dei cookie utilizzati dal sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

CONSORZIO DI BONIFICA PIANURA DI FERRARA E ALTRI ENTI ORDINE DEL GIORNO SUL RISCHIO IDRAULICO NEL COMPRENSORIO

Il rischio idraulico è una caratteristica propria del territorio ferrarese a causa della sua stessa natura di area di estrema pianura, appena emergente e in gran parte soggiacente rispetto al livello del mare; territorio contornato da fiumi poderosamente arginati, pressoché privo di pendenze naturali, in grado di esistere e svilupparsi soltanto grazie ad un complesso e delicatissimo sistema idraulico artificiale, costruito progressivamente nei secoli, che tende a mantenere separate le acque dalle terre.

 

Il rischio idraulico non è mai eliminabile, ma può essere ridotto attuando, per mezzo di adeguate risorse, un razionale potenziamento complessivo di tutte le strutture atte a fronteggiarlo (canali e impianti idrovori di bonifica, fognature dei centri urbani, casse di espansione delle piene, ecc.), secondo programmi di intervento condivisi e ottimizzati fra tutti gli enti coinvolti; inoltre, a fronte degli eventi che si presentano comunque come incontenibili, il rischio residuo può essere gestito in modo da mitigarne le conseguenze dannose (Piani di Gestione del Rischio Idraulico).

La delicatezza del ferrarese e nel contempo le sue grandi potenzialità hanno fatto sì che esso sia divenuto uno dei principali territori nei quali l’attività di bonifica è nata ed è evoluta, garantendone finora l’esistenza e lo sviluppo.

Leggi tutto: CONSORZIO DI BONIFICA PIANURA DI FERRARA E ALTRI ENTI ORDINE DEL GIORNO SUL RISCHIO IDRAULICO NEL...

GLI EMENDAMENTI PROPOSTI IN SEDE DI LEGGE DI STABILITA' PER RIDURRE I COSTI DELL'ENERGIA ELETTRICA RELATIVI ALLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI IDROVORI

Raggiungere l’obiettivo della riduzione del costo dell’energia elettrica a carico dei Consorzi di bonifica. Questo l’intento di due emendamenti  all’articolo 5 del D.L. 1120 che l’onorevole Diego Crivellari ha presentato in seno alla discussione sulla legge di stabilità, attualmente al vaglio delle camere, e che si inserisce nel dibattito che da tempo tiene banco sulla stampa locale.

Leggi tutto: GLI EMENDAMENTI PROPOSTI IN SEDE DI LEGGE DI STABILITA' PER RIDURRE I COSTI DELL'ENERGIA...

INTERVISTA AL PRESIDENTE FRANCO DALLE VACCHE

tratto da "Notiziario Agricolo" n.10 - ottobre 2013

Laureato in agraria all'Università di Bologna, conduttore di aziende agricole in Comune di Comacchio ad indirizzo cerealicolo, Franco Dalle Vacche ha ricoperto l'incarico di Vice Presidente di Confagricoltura Ferrara dal 2004 al 2007, dal 2007 in poi è Presidente della Sezione Ambiente della stessa organizzazione. Dal febbraio 2011 presiede il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, il maggiore a livello nazionale per consistenza della contribuenza, numero di occupati (circa 380 tra fissi ed avventizi) ed intensità di opere di bonifica che insistono sul territorio di competenza, territorio che si identifica con quasi l'intera provincia di Ferrara e modeste porzioni modenesi e ravennate. AI dott. Dalle Vacche abbiamo chiesto un commento sull'attività svolta dal Consorzio in questi due anni e mezzo di sua presidenza. 

leggi tutta l'intervista  Intervista al Presidente del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara dott. Franco Dalle Vacche