Il presente sito web utilizza cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione presti il tuo consenso all'uso dei cookie utilizzati dal sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

CONCORSO DE AQUA ET TERRA - ESITO PRIMA FASE

Elenco dei partecipanti al concorso:

- “Movimenti dell’acqua” di Gianni Celati

- “Barca” di Michelangelo Galliani

- “Isola verticale” di Adriana Mastellari

- “Addetto alla pulizia delle griglie (Lo sgrigliatore)” di Enrico Menegatti

- “US1703” di Stefano W. Pasquini

- “Sistema (fontana meridiana)” di Chiara Pergola

- “Nuova vita” di Marika Ricchi

- “Equilibrium – tra acqua e cielo” di Carlo Riccobono  e Sofia Sipione

- “Storia dell’acqua” di Nicola Zamboni

- “Rinascita” di Decio Zoffoli

- “La famiglia degli allegri coniglietti” di Nedda Castronai.

  

La Commissione giudicatrice riunitasi il 3 luglio 2017, ha verificato la completezza e regolarità delle domande pervenute relativamente ai requisiti richiesti nel bando del concorso e ha selezionato le seguenti opere: 

- “Movimenti dell’acqua” di Gianni Celati

- “Barca” di Michelangelo Galliani

- “Isola verticale” di Adriana Mastellari

- “Addetto alla pulizia delle griglie (Lo sgrigliatore)” di Enrico Menegatti

- “US1703” di Stefano W. Pasquini

- “Sistema (fontana meridiana)” di Chiara Pergola

- “Nuova vita” di Marika Ricchi

- “Equilibrium – tra acqua e cielo” di Carlo Riccobono  e Sofia Sipione (*)

- “Storia dell’acqua” di Nicola Zamboni

- “Rinascita” di Decio Zoffoli (*)

 

Di queste sono state giudicate finaliste le seguenti opere: 

- “Movimenti dell’acqua” di Gianni Celati

- “Barca” di Michelangelo Galliani

- “Isola verticale” di Adriana Mastellari

- “Addetto alla pulizia delle griglie (Lo sgrigliatore)” di Enrico Menegatti

- “US1703” di Stefano W. Pasquini

- “Sistema (fontana meridiana)” di Chiara Pergola

- “Nuova vita” di Marika Ricchi

- “Storia dell’acqua” di Nicola Zamboni

 

Si ricorda che le opere selezionate che non hanno superato la prima fase (*) saranno comunque esposte (disegni originali pervenuti) nella mostra di inaugurazione dell'evento di premiazione.

Ai concorrenti finalisti, ammessi alla seconda fase del concorso è richiesto di presentare (come indicato nel bando di concorso)

debitamente firmati, entro 60 giorni dalla pubblicazione, per l'opera indicata:

- un modello tridimensionale in scala 1:20;

- un particolare in scala 1:1, dimensioni massime cm 20 x 20 x 20, realizzato con il materiale prescelto per l'opera;

- una visione d’insieme: foto-inserimento dell'opera nell'ambiente destinato all'installazione;

- una dettagliata relazione descrittiva dell’opera che illustri i concepts ispiratori dell’opera e le modalità tecniche della sua realizzazione; 

- dichiarazione firmata che garantisca l’originalità e l'unicità dell’opera proposta;

E’ consentito l'invio di rappresentazioni grafiche, fotomontaggi, simulazioni ottenuti con tecniche di modellazione computerizzata.

I modelli dovranno essere singolarmente imballati insieme alla documentazione sopra indicata e spediti all’indirizzo “Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, Via Borgo dei Leoni 28 – 44121 Ferrara”.

All’esterno dell’imballo dovranno essere chiaramente riportati: “Concorso di scultura – Premio De Aqua et terra” ed il nominativo del concorrente.

Le opere saranno valutate dalla Commissione giudicatrice in funzione della qualità e originalità artistica della proposta, della rispondenza al tema ispiratore, della coerenza e compatibilità con gli spazi architettonici, della realizzabilità tecnica, durevolezza e manutenzione.