Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Possono invece essere utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza di eventuali plugin di siti esterni.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookie. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

CONCORSO DE AQUA ET TERRA - ESITO PRIMA FASE

Elenco dei partecipanti al concorso:

- “Movimenti dell’acqua” di Gianni Celati

- “Barca” di Michelangelo Galliani

- “Isola verticale” di Adriana Mastellari

- “Addetto alla pulizia delle griglie (Lo sgrigliatore)” di Enrico Menegatti

- “US1703” di Stefano W. Pasquini

- “Sistema (fontana meridiana)” di Chiara Pergola

- “Nuova vita” di Marika Ricchi

- “Equilibrium – tra acqua e cielo” di Carlo Riccobono  e Sofia Sipione

- “Storia dell’acqua” di Nicola Zamboni

- “Rinascita” di Decio Zoffoli

- “La famiglia degli allegri coniglietti” di Nedda Castronai.

  

La Commissione giudicatrice riunitasi il 3 luglio 2017, ha verificato la completezza e regolarità delle domande pervenute relativamente ai requisiti richiesti nel bando del concorso e ha selezionato le seguenti opere: 

- “Movimenti dell’acqua” di Gianni Celati

- “Barca” di Michelangelo Galliani

- “Isola verticale” di Adriana Mastellari

- “Addetto alla pulizia delle griglie (Lo sgrigliatore)” di Enrico Menegatti

- “US1703” di Stefano W. Pasquini

- “Sistema (fontana meridiana)” di Chiara Pergola

- “Nuova vita” di Marika Ricchi

- “Equilibrium – tra acqua e cielo” di Carlo Riccobono  e Sofia Sipione (*)

- “Storia dell’acqua” di Nicola Zamboni

- “Rinascita” di Decio Zoffoli (*)

 

Di queste sono state giudicate finaliste le seguenti opere: 

- “Movimenti dell’acqua” di Gianni Celati

- “Barca” di Michelangelo Galliani

- “Isola verticale” di Adriana Mastellari

- “Addetto alla pulizia delle griglie (Lo sgrigliatore)” di Enrico Menegatti

- “US1703” di Stefano W. Pasquini

- “Sistema (fontana meridiana)” di Chiara Pergola

- “Nuova vita” di Marika Ricchi

- “Storia dell’acqua” di Nicola Zamboni

 

Si ricorda che le opere selezionate che non hanno superato la prima fase (*) saranno comunque esposte (disegni originali pervenuti) nella mostra di inaugurazione dell'evento di premiazione.

Ai concorrenti finalisti, ammessi alla seconda fase del concorso è richiesto di presentare (come indicato nel bando di concorso)

debitamente firmati, entro 60 giorni dalla pubblicazione, per l'opera indicata:

- un modello tridimensionale in scala 1:20;

- un particolare in scala 1:1, dimensioni massime cm 20 x 20 x 20, realizzato con il materiale prescelto per l'opera;

- una visione d’insieme: foto-inserimento dell'opera nell'ambiente destinato all'installazione;

- una dettagliata relazione descrittiva dell’opera che illustri i concepts ispiratori dell’opera e le modalità tecniche della sua realizzazione; 

- dichiarazione firmata che garantisca l’originalità e l'unicità dell’opera proposta;

E’ consentito l'invio di rappresentazioni grafiche, fotomontaggi, simulazioni ottenuti con tecniche di modellazione computerizzata.

I modelli dovranno essere singolarmente imballati insieme alla documentazione sopra indicata e spediti all’indirizzo “Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, Via Borgo dei Leoni 28 – 44121 Ferrara”.

All’esterno dell’imballo dovranno essere chiaramente riportati: “Concorso di scultura – Premio De Aqua et terra” ed il nominativo del concorrente.

Le opere saranno valutate dalla Commissione giudicatrice in funzione della qualità e originalità artistica della proposta, della rispondenza al tema ispiratore, della coerenza e compatibilità con gli spazi architettonici, della realizzabilità tecnica, durevolezza e manutenzione.