Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Possono invece essere utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza di eventuali plugin di siti esterni.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookie. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

CERIMONIA DI CONSEGNA PREMI DI STUDIO GIORGIO RAVALLI E MATTEO GIARI

SABATO 18 NOVEMBRE 2017 ORE 11:00

presso Ferrara Fiere in occasione di Futurpera, il primo salone internazionale dedicato alla valorizzazione della filiera pericola (sala al primo piano tra il pad.3 e pad.4)

Intervista al presidente Franco Dalle Vacche - Telestense
Il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, in collaborazione con l'Università degli Studi di Ferrara, ha istituito per l'anno accademico 2016/2017, il premio di studio Giorgio Ravalli, dedicato a una delle figure più autorevoli del mondo della bonifica ferrarese, Direttore Generale e Presidente del 2° Circondario Polesine di San Giorgio fino al 1995 e il premio di studio Matteo Giari, per onorare la memoria di un grande tecnico della bonifica, Direttore Generale del Consorzio di bonifica I° Circondario Polesine di Ferrara fino al 2008.
Il premio di studio Giorgio Ravalli conferito ad una tesi di laurea magistrale discussa presso l’Università degli Studi di Ferrara, avente carattere storico, economico o giuridico, su argomenti riguardanti la bonifica idraulica, le tecniche agricole, il territorio (in particolare Ferrarese) e le tecniche di gestione e sfruttamento della risorsa idrica è stato vinto da Alberto Grando con la tesi dal titolo “Litoranea”.
Il premio di studio Matteo Giari conferito ad una tesi di laurea magistrale discussa presso l’Università degli Studi di Ferrara, avente carattere tecnico e/o scientifico, su argomenti riguardanti la bonifica idraulica, le tecniche agricole, la gestione del rischio idraulico e le tecniche di gestione e sfruttamento della risorsa idrica è stato vinto da Elisa Brunelli con la tesi dal titolo “Modellazione idrologica e idraulica e applicazioni progettuali del bacino Acque Basse in sinistra idraulica del Canale Collettore Burana”.