Il presente sito web utilizza cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione presti il tuo consenso all'uso dei cookie utilizzati dal sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

I MERCOLEDÌ DELLA BONIFICA

Mercoledì 15 novembre ore 17:30 - Primo appuntamento di una serie di quattro incontri

Palazzo Crema, via Cairoli 13 - Ferrara

Da molti secoli la “Bonifica” assicura una sostanziale stabilità e sicurezza idraulica alle nostre terre, nonostante anomalie climatiche importanti e sempre più frequenti.
Importanti sfide tecnologiche ci aspettano nei prossimi decenni per mantenere stabile ed abitabile la superficie della nostra Provincia che si trova, per oltre il 50%, al di sotto del livello del medio mare.
IL CONSORZIO DI BONIFICA A DIFESA DEL TERRITORIO FERRARESE:
STORIA - ATTUALITÀ - PROSPETTIVE
Un Consorzio caratterizzato da grandi numeri: territoriali, tecnici, economici ed umani
La Provincia di Ferrara, dalle sue origini, è stata interessata da profonde modifiche del territorio a causa di subsidenza, eustatismo marino e dei numerosi spostamenti degli alvei dei fiumi Po e Reno. Se il corso di quei fiumi è ora sostanzialmente stabile, grazie alle importanti opere idrauliche realizzate soprattutto dal 1900 in poi, l’aumento del livello medio del mare (eustatismo) è ora motivo di massima attenzione ed approfondito studio. L’incremento delle temperature a livello mondiale preoccupa infatti in modo particolare per lo scioglimento dei ghiacci ed il conseguente spostamento della linea di costa verso l’interno del territorio, a causa dell’innalzamento del livello medio del mare.

Relatori: Franco Dalle Vacche e Pietro Valentini