Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Possono invece essere utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza di eventuali plugin di siti esterni.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookie. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

I MERCOLEDÌ DELLA BONIFICA

Mercoledì 15 novembre ore 17:30 - Primo appuntamento di una serie di quattro incontri

Palazzo Crema, via Cairoli 13 - Ferrara

Da molti secoli la “Bonifica” assicura una sostanziale stabilità e sicurezza idraulica alle nostre terre, nonostante anomalie climatiche importanti e sempre più frequenti.
Importanti sfide tecnologiche ci aspettano nei prossimi decenni per mantenere stabile ed abitabile la superficie della nostra Provincia che si trova, per oltre il 50%, al di sotto del livello del medio mare.
IL CONSORZIO DI BONIFICA A DIFESA DEL TERRITORIO FERRARESE:
STORIA - ATTUALITÀ - PROSPETTIVE
Un Consorzio caratterizzato da grandi numeri: territoriali, tecnici, economici ed umani
La Provincia di Ferrara, dalle sue origini, è stata interessata da profonde modifiche del territorio a causa di subsidenza, eustatismo marino e dei numerosi spostamenti degli alvei dei fiumi Po e Reno. Se il corso di quei fiumi è ora sostanzialmente stabile, grazie alle importanti opere idrauliche realizzate soprattutto dal 1900 in poi, l’aumento del livello medio del mare (eustatismo) è ora motivo di massima attenzione ed approfondito studio. L’incremento delle temperature a livello mondiale preoccupa infatti in modo particolare per lo scioglimento dei ghiacci ed il conseguente spostamento della linea di costa verso l’interno del territorio, a causa dell’innalzamento del livello medio del mare.

Relatori: Franco Dalle Vacche e Pietro Valentini