Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Possono invece essere utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza di eventuali plugin di siti esterni.
Se vuoi saperne di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi l'informativa estesa sull'uso dei cookie. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

QUATTRO INCONTRI PER CONOSCERE MEGLIO IL CONSORZIO DI BONIFICA PIANURA DI FERRARA

Il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara ha organizzato, a partire dal 14 dicembre, una serie di quattro incontri a Spazio Crema a Ferrara, dal titolo: “Un Aperitivo con la Bonifica”, per approfondire alcune particolari tematiche. Il primo incontro, dopo i saluti del presidente Franco Dalle Vacche, si aprirà aprirà con la presentazione del sito web del Consorzio, www.bonificaferrara.it, strumento fondamentale di conoscenza e comunicazione, interamente realizzato – com’è doveroso sottolineare - da personale interno del settore informatico, nella figura di Cristiano Campagnoli. Il portale, consente di trovare contenuti sempre aggiornati, informazioni e notizie puntuali; punto di riferimento per chi volesse conoscere la storia e l’attualità del Consorzio. Il sito web sarà completamente rinnovato ad inizio 2017. Questo permetterà maggiore facilità di consultazione rispetto al precedente, più accessibilità, trasparenza e servizi. La nuova veste grafica moderna e chiara, permetterà una navigazione veloce e intuitiva, fruibile da tutti. L’incontro proseguirà con un altro intervento a cura di Caterina Cornelio, già funzionario archeologo MiBACT, dal titolo: “Ferrara e il suo territorio: una storia infinita di terra, acqua e bonifiche”.

Leggi tutto: QUATTRO INCONTRI PER CONOSCERE MEGLIO IL CONSORZIO DI BONIFICA PIANURA DI FERRARA

FINE STAGIONE IRRIGUA - SEGNALAZIONI DI EVENTUALI CRITICITÁ DELLA FAUNA ITTICA

Giunti al termine della stagione irrigua ed in previsione delle previste operazioni di svaso delle reti idrauliche consortili, si è svolta in data 20 settembre 2016 una riunione di coordinamento, tra i tecnici del Consorzio di Bonifica, i referenti regionali del Servizio Territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca di Ferrara e i volontari dell’Associazione Arci Pesca.
Per seguire l’articolata fase di svuotamento della rete irrigua e messa in sicurezza della rete scolante promiscua, che interessa circa 4.000 km di canalizzazioni, si comunica che il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara ed Arci Pesca, mettono a disposizione i numeri telefonici:
Consorzio di Bonifica 348 8017257
Arci Pesca 348 4281942 – 333 8996554
per le segnalazioni di eventuali criticità della fauna ittica riscontrate e connesse alla diminuzione delle quote d’invaso.

Comunicazioni possono essere inoltrate via mail agli indirizzi:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    

MORÌA DI PESCI IN VIA VECCHIO RENO

In riferimento all'articolo apparso su Il Resto del Carlino il 05/09/2016 (che riportiamo) alleghiamo documentazione che il Consorzio di Bonifica ha inviato alla Prefettura di Ferrara : 

- Relazione del Responsabile del Consorzio della Sezione Alto Ferrarese sud - Rendiconto del sopralluogo effettuato dal Dipartimento Scienze della Vita e Biotecnologie dell'Università degli Studi di Ferrara.

 Documentazione inviata alla Prefettura

ARTICOLO SU "IL RESTO DEL CARLINO 5-9-2016 PAGINA 5":

VIA VECCHIO RENO LA RABBIA DI UNA RESIDENTE

«Canale prosciugato, strage di pesci»

UN CANALE prosciugato e centinaia di pesci lasciati morire. Tutto questo è successo venerdì in via Vecchio Reno, tra la città e Fondo Reno, come documentato da una nostra lettrice. «Il canale che fiancheggia tutta la strada ­ scrive Giovanna Montanari ­ è stato inspiegabilmente e completamente prosciugato. Questo fatto è avvenuto nella totale indifferenza dei suoi autori con i numerosi pesci che vi vivevano dentro che hanno tentato di trovare scampo ammassandosi in pozze sempre più piccole fino a morire nel peggiore dei modi. Al mio ritorno a casa ­ continua la lettera ­ ho trovato un paio di ragazzi che con dei retini tentavano inutilmente di salvare qualche animale travasandoli in altri canali pieni ma, complice il caldo torrido, è stato tutto inutile. Così non è rimasto che il panorama desolante di un ammasso di pesci morti che tra l' altro, sotto il sole cocente di questi giorni, hanno iniziato ad imputridirsi generando un odore nauseabondo e forse anche problemi di igiene pubblica». Possibile, si domanda la lettrice, che «l' ente preposto (il Consorzio di bonifica?) o chi per esso, possa generare un fatto così incivile e con tanta noncuranza per animali e abitanti? Come si può essere spesso così critici nei confronti delle altre culture quando la nostra è così tangibilmente povera di sensibilità e rispetto?».

 

 

GRADUALITÀ CONTRIBUTI

La Regione Emilia Romagna, con Deliberazione della Giunta Regionale n. 703 del 16/5/2016, ha rivisto i parametri per l’introduzione graduale del nuovo Piano di Classifica nell’anno 2016, ampliandone il campo applicativo.

Il Consiglio di Amministrazione di questo Consorzio, con Deliberazione n. 18 del 13/6/2016, ha recepito le nuove disposizioni regionali, stabilendo i criteri operativi per l’applicazione e, in particolare, che la gradualità si applica in caso di variazioni dei contributi superiori a 30 euro ed in presenza di una maggiorazione del 20%.

Dall’attuazione di tali disposizioni consegue che circa 20.000 Ditte Consorziate riceveranno entro il mese di luglio p.v. apposita comunicazione tramite il Concessionario della Riscossione Tributi Sorit S.p.A., relativa al nuovo importo per contributi consortili anno 2016, diminuito per effetto dei nuovi criteri di gradualità.

Insieme a suddetta comunicazione le Ditte interessate riceveranno i bollettini di pagamento con gli importi già corretti, relativamente agli importi non ancora versati.

Nel caso in cui sia stata data disposizione alla Banca di competenza per il pagamento diretto, Sorit S.p.A. provvederà a comunicare alle Banche interessate i nuovi importi.

Nel caso in cui la Ditta consorziata abbia già provveduto al pagamento dell’intero importo per contributi anno 2016, riceverà da Sorit S.p.a. apposito rimborso della quota pagata in eccesso tramite assegno.

RIVISTI I PARAMETRI DI GRADUALITA' DEI CONTRIBUTI CONSORTILI ANNO 2016

Il Consiglio di Amministrazione e la rappresentanza dei Sindaci informano i consorziati che la Regione Emilia Romagna, con deliberazione della Giunta Regionale n. 703 del 16/05/2016, ha rivisto i parametri per l’introduzione graduale del nuovo Piano di Classifica, e che il Consiglio di questo Consorzio, con deliberazione n. 18 del 13/06/2016, ha recepito le nuove disposizioni regionali e ne ha stabilito i criteri operativi per l’applicazione, in una logica di miglior favore per il consorziato, con il risultato di ampliare significativamente le posizioni ricadenti nella gradualità a oltre 20.000, in linea con le sollecitazioni degli Enti locali.

Le posizioni interessate verranno direttamente contattate mediante una lettera con tutti i riferimenti necessari.

Il Consorzio, indipendentemente dalla gradualità, condurrà come già evidenziato in un precedente comunicato stampa, un’analisi per individuare tendenze anomale che potrebbe essere opportuno correggere.

Leggi tutto: RIVISTI I PARAMETRI DI GRADUALITA' DEI CONTRIBUTI CONSORTILI ANNO 2016

PREMIAZIONE A MAROZZO DEI "CORTI" CONCORSO ACQUA E TERRITORIO

200 giovani da tutta la regione a Marozzo per la premiazione dei “corti” sui temi dell’ Enciclica di Papa Francesco

 

foto concorso 

 

Assegnato nell’occasione anche il terzo premio giornalistico “ Reporter Ambientale dell’Anno regionale “ a Flavio Isernia di Sky Tg 24

 

Lagosanto (FE) 18 Maggio 2016- 200 giovani studenti provenienti da tutta la regione, creatività, entusiasmo, nuove tecnologie e tematiche quanto mai attuali, strettamente legate alla salvaguardia dell’ambiente e alla valorizzazione del ruolo dell’acqua come risorsa irrinunciabile; sono questi, in sostanza, gli ingredienti essenziali che hanno animato la tappa conclusiva del concorso scolastico Acqua e TerritorioViviAmo l’Acqua -progetto educativo ideato da ANBI Emilia Romagna e Consorzi di Bonifica giunto alla ottava edizione – che si è svolta a Lagosanto (FE) nello storico impianto idrovoro di Marozzo ospite del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara.

Leggi tutto: PREMIAZIONE A MAROZZO DEI "CORTI" CONCORSO ACQUA E TERRITORIO

IL NUOVO CDA DEL CONSORZIO DI BONIFICA PIANURA DI FERRARA NOMINA IL PRESIDENTE CHE RESTERA’ IN CARICA FINO AL 2020

Ferrara, 22 febbraio 2016

Oggi si è riunito per la prima volta il nuovo Consiglio di Amministrazione , in seguito alle elezioni consorziali per il rinnovo degli organi amministrativi per il quinquennio 2016-2020, che si sono svolte il 12 e 13 dicembre 2015.
E’ stato confermato nel ruolo di Presidente Franco Dalle Vacche, che aveva guidato il Consorzio nel precedente mandato ordinario (2011-2015).
Vice Presidenti eletti Stefano Calderoni e Massimo Ravaioli
Membri del Comitato Amministrativo oltre a Presidente e Vice Presidenti, Leopoldo Santini e Sergio Gulinelli.
Presidente del Collegio dei Revisori Martina Pacella, componenti effettivi Milena Cariani e Vittorio Morgese.
Del Consiglio di Amministrazione fanno parte anche tre sindaci in rappresentanza dei Comuni del comprensorio del Consorzio di bonifica Pianura di Ferrara: per il Comune di Lagosanto Maria Teresa Romanini, per il Comune di Ostellato Andrea Marchi e per il Comune di Poggio Renatico Daniele Garuti.
Gli altri Amministratori sono: Marco Bianconi, Loris Braga, Giuseppe Ciani, Mario Ercolano, Mauro Ferrozzi, Luca Garuti, Baldovino Geremia, Lauro Lambertini, Riccardo Mantovani, Domenico Muraro, Olivo Roncato, Roberto Rossi, Pier Carlo Scaramagli, Gianfranco Tomasoni e Giorgio Zaniboni.
Consiglio e Comitato sono stati interessati da un deciso rinnovamento che ha coinvolto circa 2/3 della compagine dei rappresentanti.

Leggi tutto: IL NUOVO CDA DEL CONSORZIO DI BONIFICA PIANURA DI FERRARA NOMINA IL PRESIDENTE CHE RESTERA’ IN...

FALDE ACQUIFERE COMPLETAMENTE ALL'ASCIUTTO. SITUAZIONE GRAVE

ANBI Emilia Romagna:

 “Falde acquifere completamente all’asciutto. Situazione grave”.

 

 

 

 

 

 

Le verifiche effettuate dai Consorzi di Bonifica in Emilia Romagna dicono chiaramente che la terra ha raggiunto il limite e l’acqua presente nel suolo è addirittura al di sotto dei livelli dell’ agosto 2015.

Bologna - L’Italia ha sete, l’Emilia Romagna non è da meno e se il clima di questi mesi non lascerà spazio immediato a nuove precipitazioni quella che oggi è già più di una preoccupazione -supportata da dati eclatanti - potrebbe trasformarsi, tra poche settimane, in una vera e propria emergenza epocale scatenando conflitti per l’acqua tra i territori.

Leggi tutto: FALDE ACQUIFERE COMPLETAMENTE ALL'ASCIUTTO. SITUAZIONE GRAVE

ESITO ELEZIONI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PER IL QUINQUENNIO 2016-2020

Si è concluso domenica sera lo spoglio delle schede riguardanti le elezioni del nuovo Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, per il quinquennio 2016-2020.

Le elezioni si sono svolte sabato 12 e domenica 13 dicembre, i votanti complessivi sono stati 1.320, pari all’ 8,18% della contribuenza consortile.

La lista “Insieme per la Bonifica” ha ottenuto 987 voti ed ha eletto 19 Consiglieri, mentre la lista “Uniti per la Bonifica Ferrarese” ha ottenuto 157 voti ed ha eletto un Consigliere.

Trascorsi i termini per eventuali reclami e ricorsi, dovranno poi essere eletti tre Sindaci per completare la composizione del Consiglio di Amministrazione, che si riunirà a fine febbraio 2016 per l’insediamento e le nomine degli altri Organi amministrativi.

Leggi tutto: ESITO ELEZIONI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PER IL QUINQUENNIO 2016-2020

SICUREZZA IDRAULICA A CENTO-IL CONSORZIO DI BONIFICA OSPITE DELLA PARTECIPANZA AGRARIA

Il Comitato Amministrativo del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, svolgera' il proprio ordine del giorno mercoledi 14 ottobre 2015 , ospite nella sede della Partecipanza Agraria di Cento.
Al termine dei propri lavori, oltreche' un confronto su tematiche e situazioni locali con i vertici della Partecipanza, verra' svolta una ricognizione del cantiere attualmente aperto in via Ferrarese per i lavori del primo stralcio interventi sicurezza idraulica progetto Cento. Alla visita programmata si conta di avere la presenza dell 'Amministrazione Comunale e dei rappresentanti del Comitato Allagati.

Il Presidente
Franco Dalle Vacche

Articolo “Record di frane, sei solo in via Argine destro” pubblicato su il Resto del Carlino edizione di Ferrara il 24/05/2015

Gentile Direttore,

Le chiedo cortese disponibilità a voler pubblicare questa nota di riscontro circa i temi trattati nell’articolo in oggetto.

            Come noto, l’intero territorio della provincia di Ferrara, pressochè coincidente con i limiti del comprensorio gestito dal Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, risulta caratterizzato da una diffusissima presenza di tratti di canali fiancheggiati da strade comunali e provinciali.

Numerosissime, altresì risultano le situazioni nelle quali l’insieme asse viabile-sponda del canale presenta condizioni di precaria stabilità.

Leggi tutto: Articolo “Record di frane, sei solo in via Argine destro” pubblicato su il Resto del Carlino...

LA BONIFICA CAMBIA IMMAGINE: NASCE ANBI 2.0 E ADERISCE ALLA CARTA DI MILANO

Da oggi si scrive ANBI, ma si legge Associazione Nazionale Consorzi per la Tutela e la Gestione del Territorio e delle Acque Irrigue: è questa la nuova immagine dell’organismo, cui fanno riferimento i circa 120 consorzi di bonifica, operanti in Italia ed il cui logo è stato presentato a Roma.

“Avevamo necessità di trasmettere all’opinione pubblica, fin dal logo, la nostra mission. Pur non rinnegando il significato dell’originario bonum facere, il termine bonifica ha però assunto oggi un’accezione spesso diversa da ciò che noi quotidianamente facciamo. Da qui, la necessità di una rivisitazione dell’immagine, che coinvolge pienamente anche la nostra comunicazione” spiega il Presidente ANBI, Francesco Vincenzi.

La nuova politica comunicativa dell’associazione va “in rete” in concomitanza con l’Expo, dove anche ANBI è presente con il sistema irriguo “esperto” Irriframe ed il progetto “La civiltà dell’acqua in Lombardia”, mirato a fare inserire il paesaggio irriguo lombardo nel patrimonio Unesco.

A Milano sarà anche attiva l’app Irrivoice, evoluzione del sistema Irriframe, che si annuncia come autentica novità “made in Italy” presente all’esposizione universale, alla cui carta d’intenti ha aderito anche ANBI. 

“Condividiamo pienamente lo spirito della Carta di Milano – precisa Massimo Gargano, Direttore Generale ANBI – In tale quadro si inserisce a buon titolo Irriframe, tecnologia ricca di etica, che ha già suscitato l’interesse sia dell’Unione Europea che di numerosi Paesi dell’area mediterranea.”

La nuova comunicazione ANBI verte attorno al portale (www.anbi.it) e dal quale, tra l’altro, si può accedere al rinnovato settimanale ANBINFORMA così come al magazine “Ambienti d’Acqua”, pensato come occasione di riflessione, ricca di contributi esterni, sui temi precipui dell’attività dei consorzi di bonifica: difesa idrogeologica, gestione e tutela delle acque a prevalente uso irriguo, salvaguardia ambientale, energie rinnovabili.

All’orizzonte, ANBI annuncia anche la Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione 2015, che si terrà in tutta Italia dal 16 al 24 Maggio prossimi; con lo slogan “La Terra nutre, l’Uomo la divora” saranno centinaia gli eventi disseminati lungo la Penisola per far conoscere, in maniera informale, l’attività dei consorzi. Come tradizione, saranno due i momenti salienti del cartellone: l’attenzione verso le scuole con le conclusioni dei percorsi didattici, iniziati ad inizio anno scolastico e l’apertura al pubblico, grazie a visite guidate nei due fine settimana, delle “cattedrali dell’acqua”, vale a dire i grandi impianti idraulici. 

CONTENIMENTO DEL RODITORE “NUTRIA” A DIFESA DELLE STRUTTURE IDRAULICHE CONSORTILI E DELL’INCOLUMITA’ DELLE PERSONE

Ferrara, mercoledì 4 marzo 2015

Nel territorio totalmente di pianura in cui opera il Consorzio di Bonifica la proliferazione di colonie del roditore “nutria” è da tempo un fenomeno molto preoccupante per i riflessi diretti sulla sicurezza idraulica ed anche per l’attività di derivazione irrigua.

Questa massiva presenza, alla luce delle caratteristiche comportamentali della specie che si manifesta con la realizzazione di tane e cunicoli in prossimità di corsi d’acqua naturali e artificiali, indebolisce in maniera significativa le condizioni di solidità e sicurezza di manufatti di contenimento e regimazione delle acque, con conseguente innalzamento di possibili situazioni di allagamento di zone urbanizzate e agricole, ed interruzioni di distribuzione irrigua ai fini agricoli ed ambientali.

L’attività del Consorzio è tesa ad intervenire per consolidare sponde ed argini che presentano possibili cedimenti. Questa azione è fortemente onerosa e può risultare inefficace se non affiancata da una sistematica azione di contenimento delle nutrie sul territorio, secondo le modalità previste dalle ordinanze comunali.

NO A TRIVELLAZIONI PER RICERCA IDROCARBURI - RISCHIO SUBSIDENZA

Ferrara, mercoledì 4 marzo 2015

La ripresa delle ricerche esplorative e di possibili sfruttamenti di idrocarburi nel perimetro del comprensorio consortile preoccupano per l’impatto che queste attività possono avere in un territorio caratterizzato da una storica forte subsidenza, sia di carattere naturale che antropica in seguito all’ingente estrazione di gas avvenuta negli anni ’50 e continuata per lungo tempo con il conseguente aggravamento delle situazioni di rischio idraulico tipiche di un territorio posto sotto il livello del mare.

Il Comitato Amministrativo del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, nella seduta dell’11 febbraio u.s., ha espresso la propria contrarietà e ha confermato quanto stabilito all’unanimità dal Consiglio di Amministrazione consortile, organo dove sono presenti le rappresentanze delle categorie produttive ed associative del territorio unitamente alla parte pubblica (vedasi Deliberazione n. 15 del 23 maggio 2011).

Si evidenzia che la subsidenza presente nella provincia di Ferrara e Rovigo ha tutt’ora pesanti effetti sull’onerosità della gestione e sull’attività complessiva della bonifica, costantemente impegnata a tutela di persone e beni.