Il presente sito web utilizza cookie e consente l'invio di cookie di terze parti. Proseguendo nella navigazione presti il tuo consenso all'uso dei cookie utilizzati dal sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

LETTERA AL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE SUL TEMA DELLA 'CLASSIFICAZIONE IMU DEGLI IMPIANTI DI BONIFICA E SPEREQUAZIONE'

Questa la lettera inviata al Ministro dell'Economia e delle Finanze prof. Giovanni Tria a firma del Sindaco Tiziano Tagliani e del Presidente Consorzio Bonifica Pianura di Ferrara, Franco Dalle Vacche sul tema della classificazione IMU degli impianti di bonifica e sperequazione.
Copia della stessa è stata inviata anche agli Onorevoli Parlamentari Ferraresi, alla Direzione Regionale dell' Agenzia delle Entrate ed alla Direzione Provinciale dell'Agenzia delle Entrate.

Leggi tutto: LETTERA AL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE SUL TEMA DELLA 'CLASSIFICAZIONE IMU DEGLI...

"Frangiventi del Mezzano" precisazioni

L’Amministrazione consortile a precisazione delle notizie riportate sulla stampa locale “Frangiventi del Mezzano” fa presente:

 

-          Queste superfici pertinenze idrauliche dei canali di Bonifica sono inserite nella rete Natura 2000 ed erano in un contesto di intensa attività colturale agricola, le uniche che potevano garantire gli obiettivi tra doveri di manutenzione e tutela ambientale (ZPS), quali la protezione dell’avifauna nell’area della Bonifica del Mezzano.

La Provincia è pertanto titolare di una concessione a titolo gratuito, che nel 2008 ha comportato per l’adesione al Protocollo di Kioto l’inserimento dei frangivento e l’attività di rimboschimento;

 

-          Questi interventi di manutenzione e rimboschimento erano e sono ad esclusivo onere della provincia in qualità di concessionaria;

 

-          I frangivento non esplicano funzioni sulla sicurezza idraulica, altresì la presenza delle attività sopradette consentono una maggiore presenza e conseguente sorveglianza di aree spesso oggetto di abbandono di rifiuti e discariche abusive;

 

-          Il Consorzio alla luce delle oggettive difficoltà che incontrano un po’ tutte le Province nell’adempiere ai propri impegni ha intrapreso iniziative volte alla restituzione di tali aree, compatibilmente con gli impegni presi nell’ambito comunitario;

 

-       In questo quadro si stanno progettando una serie di interventi di manutenzione ed utilizzo per contenere gli oneri a carico del bilancio consortile ed ottenere una gestione più ordinata.

 

Il Presidente

            Dott. Franco Dalle Vacche

 

 

CONTRIBUTI CONSORTILI E CONTENZIOSO IMU

Buongiorno Tiziano,
apprendo da Estense.com la tua nota riguardo all' IMU, qualche mia considerazione al riguardo: tra i vari interventi riportati in questi giorni dagli organi d'informazione, da cui il tuo comunicato trae spunto, non trovo alcun riferimento a due articoli, che mi parvero molto netti e decisi, a firma del Sindaco di Masi Torello Riccardo Bizzarri, noto e qualificato tributarista, che per primo ha riportato l'attenzione del peso dell'IMU sui contributi consortili.

Leggi tutto: CONTRIBUTI CONSORTILI E CONTENZIOSO IMU

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO E STAGE FORMATIVI NEI CONSORZI DI BONIFICA PER IL NUOVO ANNO: RESTA ANCORA UNA SETTIMANA PER LE DOMANDE

14000 ore di attività 1416 studenti coinvolti, 31 istituti, 62 classi, 90 docenti. Progetti sperimentali diventati un successo e le statistiche regionali confermano un vero e proprio boom di presenze degli studenti coinvolti nella passata stagione scolastica

Bologna - 18 Settembre 2017– Dati numerici che vanno ben al di la di ogni più rosea previsione quelli che in pochi mesi dall’inizio del progetto tra ANBI Emilia Romagna e Ufficio Scolastico Regionale (Piano Attuativo Protocollo di intesa triennale USR Ministero Istruzione Università e Ricerca e ANBI) consentono di dire che l’inizio sperimentale di questo innovativo modello di collaborazione di alternanza-scuola lavoro - basato sull’insegnamento delle attività svolte dai Consorzi di bonifica - sia un vero e proprio successo.

Leggi tutto: ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO E STAGE FORMATIVI NEI CONSORZI DI BONIFICA PER IL NUOVO ANNO: RESTA...

INTERVISTA AL PRESIDENTE FRANCO DALLE VACCHE IN MERITO ALLE POLEMICHE IN SEGUITO ALL'USCITA DEI RUOLI CONSORTILI 2018

Pubblicata su La Nuova Ferrara martedì 15 maggio 2018, qui in versione integrale.

In coincidenza con l’invio dei ruoli consortili a fine aprile ed inizio maggio, sono state riportate sulla stampa alcune prese di posizione che lamentano aumenti e sperequazioni, oltrechè l’intervento sul tema “IMU sulle idrovore” da parte del Sindaco di Masi Torello, Riccardo Bizzarri, un contenzioso che di fatto ha trasformato in sostituto d’imposta a favore di alcuni Comuni il Consorzio.

In una logica di informazione e chiarezza la nostra testata si è resa disponibile alla richiesta di una intervista da parte del Presidente del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, Franco Dalle Vacche.

AN - Prima però una domanda: Presidente, diversi avvisi sono stati recapitati ben oltre il 30 aprile, impedendo la puntualità del pagamento. Cosa comporta un ritardo?

PR – Nulla! L’ Amministrazioni Consortile, da sempre non applica sanzioni od interessi di mora. Il Consorzio trasmette in anticipo i dati a Sorit, che ha il compito di inviare per posta o per pec gli avvisi, che sono oltre 150.000, festività e ponti concorrono a ritardi, comunque eventuali pagamenti successivi al 30 aprile non comportano aggravi.

Leggi tutto: INTERVISTA AL PRESIDENTE FRANCO DALLE VACCHE IN MERITO ALLE POLEMICHE IN SEGUITO ALL'USCITA DEI...

PORTO GARIBALDI "ROVI E DETRITI ACCOLGONO NUTRIE E TOPI" RISPOSTA DEL CONSORZIO DI BONIFICA

Il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara in riferimento all’articolo pubblicato su Il Resto del Carlino in data 2 aprile 2017 dal titolo “Rovi e detriti accolgono nutrie e topi”  Leggi Articolo estratto  fa presente che l’affossatura citata non è di competenza di questo Ente, ma la titolarità è del Demanio Idrico (Regione).
L’Amministrazione del Comune di Comacchio ed i suoi Tecnici ne sono da tempo a conoscenza sia per la corrispondenza intercorsa, sia per gli incontri che avvengono in tema di urbanizzazioni che interessano il territorio comunale.
Il Consorzio di Bonifica, proprio nei riguardi di “Via Guide Garibaldine”, ha presentato suggerimenti al fine di migliorare la situazione locale, caratterizzata da costruzioni, tombamenti, modifiche di linee di scolo: tutti interventi per i quali nessuna autorizzazione è stata rilasciata da questo Ente, perché non di sua competenza.
Si precisa inoltre che l’emissione di contributi consortili relativi ai fabbricati sono attinenti allo scarico delle acque provenienti dalle abitazioni, che trovano recapito poi, attraverso il sistema fognario, nel depuratore comunale; acque che infine, dopo il trattamento depurativo, vengono convogliate e sollevate verso mare dall’Impianto Idrovoro Consortile di Guagnino.

 

Il Presidente
Dott. Franco Dalle Vacche

 

SIGLATO ACCORDO CON FONDAZIONE DI VENEZIA

Il 19 marzo 2018, una delegazione del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara composta dal Presidente Dott. Franco dalle Vacche, il Consigliere Leopoldo Santini e il Capo Settore Sistema Informativo Geografico Ing. Alessandro Bondesan, si è recata a Venezia presso la sede legale della “Fondazione di Venezia”, per siglare “L’Accordo di concessione in uso e valorizzazione di Contenuti”.
La Fondazione di Venezia è un ente privato, senza finalità di lucro, volto alla promozione sociale e culturale della collettività veneziana, che si avvale di compartecipazioni con istituzioni pubbliche e private terze. Tra le iniziative della Fondazione vi è l’istituzione e realizzazione a Venezia, di un museo dedicato alla storia del Novecento denominato “M9 – Museo del Novecento”, che deterrà una collezione permanente di contenuti fisici e digitali dedicati al tema citato.
Il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, in base all’accordo, concederà in utilizzo alla Fondazione di Venezia una serie di contenuti prelevati dal suo vasto archivio (cartografie digitali moderne e storiche, documenti, filmati, ecc…).
Con la sigla dell’accordo, della durata di cinque anni, da parte del Presidente dalle Vacche e del Direttore della Fondazione di Venezia Dott. Giovanni dell’Olivo, il Consorzio diviene “Partner Culturale del Museo M9”.

Palazzo che ospita la Fondazione di Venezia

Atrio Fondazione e sigla accordo

 

 

 

AVVIO ANTICIPATO STAGIONE IRRIGUA 2017

Si informano gli utenti agricoli che il Consiglio Amministrativo del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara, stante la perdurante assenza di piogge, ha disposto di avviare la stagione irrigua ordinaria da lunedì 10 aprile, anziché dal 21 aprile come previsto dal Regolamento irriguo.
Altresì, si ricorda alle aziende, che per ragioni colturali necessitano di forniture irrigue da subito, la possibilità di inoltrare domanda utilizzando lo strumento dell’irrigazione anticipata; strumento già operativo fin dal mese di marzo.
Si precisa inoltre che in ragione della perdurante siccità, non viene applicata la maggiorazione per la presentazione della domanda oltre i termini previsti (28 febbraio).
Per maggiori informazioni si invita a consultare il sito del Consorzio www.bonificaferrara.it , Contributi e concessioni – irrigazioni

TRANSITO PERICOLOSO NELLE MAREZZANE DEI CANALI DI BONIFICA

Il Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara gestisce un’ampia rete di canali la cui estensione supera i quattromila chilometri.
Questi canali sono destinati all’allontanamento delle acque di pioggia e in gran parte anche all’alimentazione dei terreni con acqua irrigua; il loro alveo è prevalentemente in terra e a cielo aperto.
La natura instabile dei terreni del Ferrarese, costituiti da sedimenti alluvionali, unitamente al lavorio provocato dall’acqua, favorisce quei fenomeni di erosione e smottamento delle sponde che il Consorzio da sempre cerca di contrastare con interventi che occorre periodicamente ripetere.
Il Consorzio, compatibilmente con le risorse a disposizione, programma e realizza interventi di ripristino delle sponde, dando in genere priorità alle situazioni più critiche (presenza di frutteti, aree cortilive, fabbricati, strade, ecc.); ma ciò non è sufficiente a risolvere il problema in modo soddisfacente e in tempi brevi.
Negli ultimi anni questa situazione è andata ulteriormente aggravandosi a causa del progressivo proliferare delle nutrie (Myocastor Coypus) che scavano tane e cunicoli nelle sponde dei canali; l’azione di contrasto al loro diffondersi, alla quale il Consorzio partecipa costantemente, non è stata tuttavia sufficiente a impedire i danni che esse provocano, che invece sono andati aumentando.
Le cosiddette fasce di marezzana, adiacenti ai canali, sono quasi sempre utilizzate dagli agricoltori come capezzagne e sono pertanto normalmente interessate dal transito dei mezzi agricoli per le esigenze delle coltivazioni.
Se per essi uno smottamento di sponda si presenta di norma in modo abbastanza evidente, tanto da poterne tenere conto negli spostamenti dei mezzi agricoli, diversamente le cavità prodotte dalle nutrie, che dalla sponda possono spingersi oltre ai cigli, al di sotto delle marezzane, creano un pericolo che spesso non presenta manifestazioni evidenti in superficie.
La situazione accennata porta a considerare che occorre prestare la massima attenzione nel percorrere le marezzane coi mezzi agricoli, mantenendo comunque un’idonea distanza di sicurezza dai cigli e controllando regolarmente che non siano presenti nuove erosioni di sponda e nuove cavità nascoste.